Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2017

[Foto-post] La faccia della gelosia

Immagine
Una sera qualunque a casa Fenders.

Stavo spupazzando Charlie mentre guardavo la tv con la Dolce Metà.

Improvvisamente mi sono sentita osservata, da poco distante, in grembo alla Dolce Metà, Lucy mi scrutava con la sua espressione «Non hai capito un cazzo umana, me dei spupazzare, non il bietolone. Me! Me! Me!».

Come avere due gatti al prezzo di uno

Immagine
Qualche post fa (questo, che poi di post ne ho pubblicati ben tre e già me la spaccio) parlavo di matrimonio. Il matrimonio sarà un tema che ci terrà sicuramente compagnia nei prossimi mesi, ma la storia che sto per raccontare si svolge agli albori di questa avventura. 
Era ottobre 2016 e io e la Dolce Metà avevamo deciso da qualche tempo di sposarci il novembre [1] del 2017. L'idea era quella di attaccare le due settimane del congedo matrimoniale alle ferie di Natale e fare come viaggio di nozze l'attesissimo viaggio in Australia di un mese. Viaggio che la sottoscritta si sogna da quando faceva ancora il liceo. 
Tutto il matrimonio si basava intorno a questo postulato: vogliamo andare in Australia, ergo ci si sposa d'inverno.
All'epoca in cui si svolsero i fatti che sto raccontando non avevamo ancora scelto nulla. Niente banchetto, niente vestito, niente data, niente di niente. Era solo un punto lì, vago nel calendario. Ma scolpito nella pietra: novembre, così si va …

Il karma in cucina

Immagine
A mia madre non piace cucinare.
Sono cresciuta pensando che il cucinare fosse uno dei lavori più noiosi e fastidiosi del mondo. Uno di quei lavori che ti porta via un casino di tempo per nulla. Uno di quei lavori odiosi tipo fare la polvere sulle mensole in alto, ma con il brutto difetto che poi, quando hai finto, ti trovi pure con il lavello pieno di piatti e pentole sporche. Uno di quei lavori che se c'è una nonna libera per fare un bell'arrosto chi sono io per dire di no!?
Una serata qualunque a casa Fenders senior:
«Mamma cosa c'è per cena?» «Bho, non lo so, di cosa hai voglia?» «Ma sono le sette di sera! Non è più un fatto di cos'ho voglia (che poi tanto non me lo cucineresti uguale) ma di cos'hai in frigo!» «...»
Predilige piatti che si preparano istantaneamente, cotture al microonde (leggi robaccia lessa), grandi pezzi di carne che ti sfamano tutta la settimana (con un occhio di riguardo per il bollito - o per l'immancabile arrosto della nonna, che diamine,…

Prozie moleste e altre bestie fantastiche

Immagine
Quando sei una donna e raggiungi la maggiore età il mondo intorno a te comincia a chiederti conto della tua vita, come se effettivamente dovessi qualcosa al lontano cugino di secondo grado o a quella cariatide bicentenaria che è uscita dal letargo solo per dirti come stai sbagliando tutto. Ai suoi tempi, la gente era già sposata con sette figli, alla tua veneranda età.
Osi fare l'università? Il giorno dopo che hai avuto una matricola, qualcuno cinguettando arriverà a porti la fatidica domanda: 
«E quanti esami ti mancano?»  «Tutti zia, cazzo, non ho ancora iniziato i corsi! Non so manco dove sono le aule!»
Domanda che verrà poi ripetuta iterativamente finché c'è ancora un maledetto CFU da dare. 
«E ora? Quanti esami ti mancano?»  «Tutti meno uno zia, sono in facoltà da un mese e mezzo e la sessione d'esame è iniziata da due ore! Andiamo avanti così fino alla fine della specialistica? Davvero?»
Cinque anni di università (se tutto va bene) e un milione «E quanti esami ti mancan…

Un nuovo inizio

Immagine
Ciao a tutti, sono Acalia ed è più di un anno che non scrivo con regolarità. Ho un blog dal nome Prevalentemente Anime e Manga e l'ho curato con grande devozione (fin un po' troppa) dal novembre del 2010 al gennaio del 2016. Poi sono diventata grande e ho dovuto disintossicarmi a forza. Non mi si fraintenda. Adoro il mio vecchio blog, adoro i temi che tratta e adoro scrivere, ma non ho più tempo, per cui ho finito per trascurarlo.  La carenza di tempo è stata un po' l'estrema sintesi dell'ultimo anno.
[Seguono banali e ritrite scuse per non aver più scritto - saltare pure in libertà] Ho più responsabilità sul lavoro, lavoro più lontano da casa e ho una casa mia da mantenere (e per mantenere intendo dire "mantenere pulita", che sta stronza si immerda orrendamente in pochissimo tempo). [Fine delle scuse]

Quindi eccomi qui.  Non voglio rinunciare alla scrittura, per cui ho tirato fuori dal cassetto il titolo del mio primissimo blog (morto anni fa con Splinder)…