Sacro o Prof ... Civile [Il Grande Giorno™]



Dicevamo, mi sposerò l'anno prossimo (ma va? Non si era capito?), e per sposarsi bisogna organizzare un sacco di cose, grandi e piccine, per cui io e la Dolce Metà stiamo iniziando mettere alacremente nero su bianco (come le ricevute dei lauti acconti che stiamo versando) alcuni punti.

Ma iniziamo dal principio che altrimenti questo post lo riscrivo per la quattordicesima volta perché altrimenti non si capisce una cippa (perché parto parto diligentemente da un punto e finisco a parlare a ruota libera dei miei gatti di altro).

La prima cosa da decidere quando si parte con l'organizzazione del Grande Giorno ™ è se effettuare la cerimonia in comune o chiesa.

Io e la Dolce Metà, senza nemmeno pensarci, abbiamo optato per il comune. 
Non siamo praticanti (e nemmeno credenti, per quel che mi riguarda - se esiste brucerò all'inferno, lo so da me, grazie! Non serve ribadire. Come non serve che io ribadisca il concetto del: "se esiste. Se.") e l'idea di un corso prematrimoniale tenuto da un sacerdote un po' mi agghiaccia e un po' mi fa ridere di brutto. Diciamo che lo trovo sullo stesso piano di utilità del seminario di gestione del panico tenuto da Schettino alla Sapienza.
Magari il prete è skillatissimo sulla carta, eh, ma evidentemente non ha sufficienti ore di training on the job, per tener lezioni sul tema "la famiglia modello".

In ogni caso, il comune si può prenotare solo a partire da sei mesi prima dalla data della cerimonia. A quel punto sarebbe un po' tardino per tutto il resto e si rischierebbe di non trovare più alcun fornitore decente libero, dovendosi accontentare del peggio del mercato (come è successo ad una mia amica). Per cui i novelli sposi, con ancora le tasche piene e tanta voglia di fare, partono alla carica fermando i Quattro Cavalieri dell'Apocalisse matrimoniale senza avere la certezza che la data del Grande Giorno ™ sia effettivamente quella desiderata!

Perché sì.
Ci piace rischiare.

E non sono piccolezze, i Quattro Dannati, in ordine di cattiveria, sono:

- Catering e Location (o in alternativa Ristorante);
- Fotografo;
- Musicista (e\o Intrattenitore);
- Trucco (e Parrucco).

Il che vuol dire che si parte per un tour de force della morte per cercare di visionare quanti più fornitori possibili, cercando di ricordarsi qual era il catering con quei deliziosi antipastini e quale invece ha servito la sbobba di Fufi sotto forma di agnolotti, quale fotografo facesse degli album decenti senza richiedere pagamenti in organi umani freschi, da espiantare subito prima della cerimonia, e quale invece ha mostrato tutto orgoglioso delle composizioni che potrebbero essere state fatte dalle adolescenti più truzze nei ruggenti primi anni duemila. E poi location, tracce musicali da ascoltare, altri fotografi e via discorrendo, in un turbinio di appuntamenti serrati che nemmeno il Capo del Governo di una piccola nazione!

Per adesso abbiamo prenotato i primi due (con non poca fatica, poi ne riparliamo) ed è work in progress il quarto. Latita il terzo ma i miei gusti musicali sono un po' un casino. 
Non posso fare un ricevimento a base di heavy metal o parenti e amici mi disconoscono!


---------------

Però sarebbe figo far suonare tutta la discografia dei Sabaton come accompagnamento.

Commenti

  1. Alcune mie amiche me ne hanno raccontate di veramente assurde sui corsi prematrimoniali tenuti dai sacerdoti.. alcuni cercavano anche di parlare della "procreazione" e di come vagamente avvenisse perchè giustamente danno per scontato che all'altare si arrivi illibati.. ovviamente sanno che non sarà così ma per perbenismo devono far finta di nulla... eeeee... vabè.. xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah ah XD
      Anche io ho sentito racconti "comici". Un po' credo che debbano fare così per ruolo, alla castità prematrimoniale non credo facciano veramente conto.
      (In tutto questo la cugina di una cugina di mia madre è arrivata veramente illibata all'altare, robe da non credere nel terzo millennio :O)

      Elimina
  2. Se ti interessa ho un quartetto d'archi e suoniamo spesso ai matrimoni, possiamo fare le canzoni su commissione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, certo, mandami una mail a acalia.fenders@gmail.com :)

      Elimina
  3. Che bello, ti sposi! Sono molto contenta per te e per la Dolce Metà ^^ mi dispiace invece che hai messo in stand-by l'altro blog, lo seguivo con molto piacere... pazienza, capisco benissimo le tue motivazioni (anch'io ultimamente sono super occupata con il lavoro e scrivo post ogni morte di papa ><) e ti auguro di tornare a scrivere recensioni quanto prima.

    So cosa vuol dire organizzare un matrimonio, ci sono passata anch'io tre anni fa! Oltretutto io e Maritino siamo stati abbastanza incoscienti: abbiamo organizzato tutto in soli 5 mesi! E viviamo in Abruzzo, dove ogni matrimonio si comincia a organizzare con almeno un anno di anticipo, quindi ti lascio immaginare l'ansia... dei parenti, perché noi l'abbiamo vissuta tranquillissimi, almeno per quanto possibile! L'unico "piccolo" intoppo l'ho avuto con il mio abito: è stato pronto solo a pochi giorni dalla data fatidica, e ammetto che una leggerissima ansia mi è venuta! Alla fine però è andato tutto bene, per fortuna. Anche noi abbiamo optato per la cerimonia civile (per le vostre stesse motivazioni) e siamo stati tanto fortunati da avere un amico fotografo e la mia testimone fiorista, mentre il ristorante scelto è stato quello in cui lavora mio suocero, perciò siamo riusciti a risparmiare un bel pò di soldini! Comunque cercate di viverla tranquilli anche voi, vedrete che riuscite anche a divertirvi con i preparativi. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spiace un sacco anche a me per l'altro blog, ma proprio non ce la faccio ç__ç

      In cinque mesi °__°
      Che coraggio! Però vi è anche andata bene con amici e parenti :D
      Adesso siamo ancora rilassati, finché riusciamo a inanellare un po' di cose senza farci venire troppa ansia da ritardo va tutto bene :D

      Elimina
  4. Per la musica anche io e mio marito abbiamo dei gusti particolari (metal e rock), al nostro matrimonio abbiamo risolto portando il pc con delle playlist che avevo fatto io su spotify... una come sottofondo per il pranzo e una come colonna sonora dei balli!!!! Sinceramente me ne sono sbattuta dei commenti di come avrebbero potuto reagire i miei parenti xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà una decisione non l'abbiamo ancora presa ma cerchiamo di rimanere un minimo su qualcosa di condivisibile.
      Poi vedremo, non è ancora detta l'ultima parola :P

      Elimina
  5. Io non sono nemmeno battezzata, ma nonostante questo mia nonna è riuscita a smaronarmi per anni chiedendomi se mi sarei sposata in chiesa. Nonna, sono una mezza ebrea che non fa parte di nessuna delle due religioni (e di nessun altra, grazie), secondo te dovrei farmi tutti i sacramenti per il gusto di farmi dire da un prete che in quanto donna dovrò obbedire a mio marito (ti assicuro che ad una mia amica al corso prematrimoniale è successo!)? Ma mai nella vita!!!

    Noi il metal l'abbiamo messo, scegliendo canzoni un po' più lente e con testi non in contrasto con il tema del giorno. Non è stato facile e abbiamo mixato con varia altra roba, ma ce l'abbiamo fatta.

    RispondiElimina

Posta un commento

Un commento è sempre molto gradito!

Post popolari in questo blog

Un nuovo inizio

Il karma in cucina

Prima di inziare, ansia da prestazione [Il Grande Giorno™]